Un combattimento di MMA campione contro campione all'UFC 229 a Las Vegas

Khabib vs McGregor - UFC 229

Attesissimo evento, quello dell'UFC 229! Un evento di arti marziali miste, organizzato dalla Ultimate Fighting Championship (UFC), l'UFC 229 si terrà alla T-Mobile Arena di Las Vegas, e sarà trasmesso in Italia nella notte tra sabato e domenica, alle 4:00 di mattina, preceduto dalla conferenza e dalla cerimonia del peso. In Italia sarà possibile seguirlo su DAZN, in diretta esclusiva.

Quindi... Khabib contro McGregor; due nomi, due fighters.

Vediamo le loro schede e qualche informazione in più su entrambi.

Khabib Nurmagomedov Conor McGregor
Conosciuto anche come "The Eagle" Conosciuto anche come "The Notorius"
Data di nascita: 20 settembre 1988 Data di nascita: 14 luglio 1988
Età: 30 anni Età: 30 anni
Nazionalità: Russia Nazionalità: Irlanda
Altezza: 1,78 m Altezza: 1,75 m
Peso: 70 kg Peso: 70 kg
Attuale campione dei pesi leggeri Passato campione sia dei pesi leggeri che dei pesi piuma

26 vittorie e 0 sconfitte. Risulta il primo russo ad aver ottenuto dei titoli UFC, ma anche il primo musulmano.

21 vittorie e 3 sconfitte. Risulta il primo lottatore ad aver detenuto contemporaneamente due titoli mondiali, sia dei pesi leggeri che dei pesi piuma.
Il daghestano Khabib entra nel modno del combattimento grazie al padre, cintura nera di Judo. Famoso il video in cui, a 9 anni, lotta contro un orso a mani nude, senza protezioni. Debutta nei pesi leggeri dell'UFC nel 2012. Una delle ragioni per cui Conor inizia a combattere è l'autodifesa. L'esordio nell'UFC per lui arriva nel 2013. Noto per la guerra psicologica contro i suoi rivali, che lo ha portato ad essere paragonato a Muhammad Ali.

 

Khabib contro McGregor all'Ultimate Fighting Championship - UFC 229

The Eagle contro The Notorius - Chi sarà il campione dell'incontro?

Insieme ai due nomi, ai due lottatori, abbiamo due personalità differenti, due modalità di lanciarsi nella sfida diverse. Lo abbiamo visto nel corso della storia di McGregorNurmagomedov, come nelle recenti conferenze che hanno visto i due partecipare insieme al loro intero bagaglio di emozioni. 

Sembra ormai accertato che vi siano anche degli eventi personali alla base del combattimento che avrà luogo domani, 6 ottobre, a Las Vegas. Cosa precede, quindi, l'UFC 229

I precedenti dell'UFC 229

Conor McGregor The Notorius all'Ultimate Fighting Championship a Las Vegas

L'incontro sembra essere quasi una conseguenza dell'avvenimento del 5 aprile scorso, che ha visto McGregor assalire con altre persone del suo staff il pullman di alcuni lottatori della UFC che avrebbero combattuto due giorni dopo all'UFC 223. Nel pullman c'era anche Khabib, che alcuni giorni prima aveva avuto un acceso dibattito con una amico di vecchia data di McGregor, Artem Lobov, in merito ad alcune dichiarazioni fatte sui media. Ci sarebbe anche stato un momento spiacevole tra i due nella hall di un hotel, ragion per cui Conor avrebbe deciso di vendicarsi.

McGregor, dopo l'accaduto ha dovuto scontare 5 giorni di servizio per la comunità ed imparare a gestire la rabbia mediante un corso di 3 giorni, e inoltre pagare i danni causati, tra gli altri, anche ai lottatori coinvolti.  

Se tutto questo è vero, se è vero che tutto sarebbe scaturito da quella situazione che coinvolgeva anche Artem Lobov, cosa penserà Lobov dell'evento? Chi vincerà secondo lui?

Artem Lobov non pensa che sia tanto semplice stabilire chi vincerà il combattimento. Ma, dopo una valutazione attenta delle abilità dei due combattenti, ha optato per la vittoria di McGregor; i suoi punti di forza sarebbero più numerosi di quelli dell'avversario Khabib Nurmagomedov.

The Eagle contro The Notorius - La conferenza stampa

Khabib Nurmagomedov The Eagle all'Ultimate Fighting Championship a Las Vegas

Nella prima conferenza stampa di qualche mese fa lo scontro tra i due lottatori c'è stato, verbale, ma c'era, con McGregor che brandisce le sue due cinture dei pesi leggeri e dei pesi piuma, contro il campione daghestano.

Nella conferenza stampa di pochi giorni fa, invece, non abbiamo potuto assistere alle stesse scene drammatiche.

Khabib è infatti arrivato in orario, mentre McGregor non era presente. The Eagle fa notare la mancanza di rispetto di Conor, e lascia la sala, dopo aver risposto alle domande di chi aspettava la conferenza. Ha fatto capire come prenda sul serio il combattimento che avverrà domani, e che sta adottando tutte le misure necessarie per essere nella migliore forma possibile prima dell'incontro. Cosa ovvia, visto l'avversario.

Quando Khabib, quindi, cintura in spalla, alla fine decide di lasciare la sala dopo quasi 15 minuti dall'inizio di questa conferenza "a metà", per l'assenza del fighter avversario, tocca a Dana White, Presidente dell'Ultimate Fighting Championship, riempire gli spazi lasciati da entrambi i combattenti.

Dana White dichiara quindi che la mossa di Khabib di abbandonare la conferenza prima dell'ingresso di McGregor sia stata una risposta perfetta, con la quale non ha lasciato spazio a Conor per riuscire ad entrare nella sua testa e giocare con la sua mente. Non ha lasciato spazio alle emozioni, alla rabbia, come dice lo stesso Khabib nella conferenza. Restare rilassati, non lasciare troppo spazio alla rabbia, questo è il segreto, anche se la rabbia può aiutare a volte nell'ottagono. La sua attenzione estremamente professionale alla preparazione al combattimento, la critica a McGregor, ma senza toni accesi, e persino i ringraziamenti ai fans dell'avversario presenti alla conferenza, tra fischi e critiche al russo, sono stato ciò che The Eagle ha lasciato ai suoi di fans.

Dopo circa 30 minuti dall'inizio della conferenza, McGregor decide di presentarsi, e butta giù l'avversario con un discorso che però abbassa i toni del trash-talk al quale eravamo preparati. Ma non si sentono scuse per il ritardo, e anzi McGregor saluta la folla e i fans lì per lui. Ma ben conosciamo il carattere di Conor, certamente più acceso di quello di Khabib.

E infatti qualche giorno prima Conor, quasi come se l'UFC 229 fosse già passato, dice che il prossimo obiettivo è Anderson Silva, The Spider. Come risponde il potenziale avversario? Un giorno fa ha dato il suo sì al combattimento, sul suo profilo Instagram, affermando che sarebbe un piacere poter lottare contro Conor McGregor. Quindi, una volta trascorso questo periodo in cui l'attenzione dell'irlandese è certamente su Khabib, nonostante la sua maschera, Anderson Silva si dice "pronto per questa sfida! Quado e dove vuole".

Le cifre dell'UFC 229

Non riesce prorpio a tenere nulla per sè, McGregor, e infatti lascia anche delle cifre in merito ai guadagni che deriveranno dal match contro The Eagle.

Dana White, Presidente dell'UFC, aveva previsto un ricavo di decisamente inferiore, mentre Conor McGregor menziona una cifra di ben 50 milioni. C'è quindi chi sta traendo decisamente vantaggio dal combattimento! 

Per chi all'incontro non partecipa, ma assiste, si può provare a trarre qualche vantaggio personale con le scommesse online. Abbiamo qui sotto un elenco di bookmakers che offrono quote per le scommesse sull'UFC 229. C'è una certa preferenza per Khabib Nurmagomedov, ma non va dimenticato che parliamo pur sempre di McGregor!

Ecco i siti italiani di scommesse online da noi raccomandati:


Sisal Sport 25% fino a € 225 bonus.

| Si applicano Termini&Condizioni


bet365 Sport 100% fino a € 100 bonus.

| Si applicano Termini&Condizioni


Unibet Sport 100% fino a € 10 scommessa gratuita e 25 giri gratuiti per Troll Hunters 2.
Scommessa senza rischio fino a €10+50 free spin per Book of Dead

| Si applicano Termini&Condizioni


Lottomatica.it Sport 200% fino a € 610 Bonus senza requisiti di scommessa.

| Si applicano Termini&Condizioni


LeoVegas Sport 50% fino a € 100 bonus.

| Si applicano Termini&Condizioni


 

Consigliamo di seguire l'incontro, si prevede un combattimento davvero emozionante!


casinoitaliani.it