Città e stadi dei Mondiali Russia 2018

Gli stadi del Campionato mondiale di calcio - Russia 2018

64: le partite in programma per Russia 2018.

48 sono già note, e includono solamente le partite della fase a gironi. Ogni gruppo ne dovrà disputare 6.

Quali sono i gruppi?

Gruppo ARussia, Uruguay, Egitto e Arabia Saudita;
Gruppo BPortogallo, Spagna, Iran, Marocco;
Gruppo CFrancia, Perù, Danimarca, Australia;
Gruppo DArgentina, Croazia e Islanda, Nigeria;
Gruppo EBrasile, Svizzera, Costa Rica e Serbia;
Gruppo F: Germania, Messico, Svezia, Corea del Sud;
Gruppo GBelgio, Inghilterra, Tunisia, Panama;
Gruppo HPolonia, Colombia, Senegal, Giappone

Tutte le 64 partite saranno disputate dal 14 di giugno al 15 di luglio, negli stadi russi che sono stati preparati in vista di questi Mondiali, con una cifra di 12 miliardi di dollari stanziata per la costruzione e la ristrutturazione degli stessi.


LeoVegas Sport

bet365

Unibet € 100 Bonus e 50 giri gratuiti.

Stadi del Mondiale di Russia 2018

 

Dove si disputeranno le partite dei Mondiali di Russia 2018?

Andiamo a dare uno sguardo a quelli che sono le città e gli stadi che ospiteranno i prossimi Mondiali di Russia 2018.

Le città coinvolte sono undici: Ekaterinburg, Kaliningrad, Kazan, Nizhny Novgorod, Rostov sul Don, Samara, San Pietroburgo, Saransk, Sochi, Volgograd e, ovviamente, la capitale, Mosca.

Alcune saranno toccate in questi ultimi giorni prima del Mondiale dal trofeo che verrà consegnato al capitano della squadra che sarà in grado di aggiudicarselo, tra quelle in gioco (leggi del tour della coppa del mondo).

Ma quali sono invece gli stadi che ospiteranno gli spettatori che aspettano di partire da tutto il mondo?

Gli stadi sono 12, e precisamente:

Per Mosca: Stadio Luzhniki e Stadio Spartak
Per Ekaterinburg: Ekaterinburg Arena
Per Sochi: Stadio Fisht 
Per Kazan: Kazan Arena
Per Kaliningrad: Stadio Kaliningrad 
Per Saransk: Mordovia Arena
Per Nizhny Novgorod: Nizhny Novgorod Stadium
Per Rostov sul Don: Rostov Arena
Per Samara: Samara Arena
Per San Pietroburgo: Saint Petersburg Stadium
Per Volgograd: Volgograd Arena

Vediamoli uno per uno, per scoprire quali sono stati costruiti per l’occasione e quali invece hanno subito qualche piccolo intervento per presentarsi al meglio ed essere in grado di ospitare gli importanti match di Russia 2018.

 

Stadio Luzhniki 

Siamo a Mosca, e questo stadio ospiterà, tra le altre, le partite di apertura e la finale dei Mondiali Russia 2018. Quando?

Il 14 giugno alle 17:00 si disputerà Russia – Arabia Saudita, in apertura della competizione per il titolo iridato. La finale, invece, sempre alle 17:00, si disputerà il 15 luglio.

Non si tratta ovviamente delle uniche partite che avranno luogo al Luzhniki di Mosca; in totale se ne contano 7 in programma, tra quelle della fase a gironi e non. E ora un po’ di storia dello Stadio Luzhniki di Mosca.

La costruzione è iniziata nel 1955, mentre ha avuto termine nel 1956, e sono stati utilizzati materiali provenienti da tutta l’allora Unione Sovietica. Suo stadio ufficiale, all’epoca, ha cambiato nome per divenire solo nel 1992 quello che oggi il mondo conosce come "Stadio Luzhniki", e che rappresenta lo stadio nazionale russo.

È stato demolito nel 2013, per fare spazio ad uno nuovo, la cui costruzione è terminata nel 2017, con un aumento della capienza che è salita a 81.000 spettatori a partire dagli iniziali 78.000. Dopo aver ospitato miriadi di eventi, tra concerti, partite di calcio, Giochi della XXII Olimpiade del 1980, e aver collezionato un bel po’ di storia, dall’Unione Sovietica e fino al disastro del Lužniki del 1982, lo rivedremo finalmente in formissima il prossimo 14 di giugno!

 

Stadio Spartak (Otkrytie Arena)

Sempre nella capitale Mosca, troviamo anche lo Stadio Spartak, che ospita principalmente partite di calcio, dello Spartak Mosca o della squadra nazionale, quado gioca in casa. Il suo nome ufficiale è “Otkrytie Arena”, ma per questi Mondiali di calcio 2018 verrà chiamato Stadio Spartak. Può contenere fino a 45.360 spettatori e la sua particolarità consiste nel poter cambiare il colore della facciata in base alla squadra che sta giocando al suo interno, che si tratti dello Spartak Mosca o della Nazionale. Sebbene inizialmente lo stadio dovesse essere terminato tra il 2009 e il 2010, è stato invece completato solo il 5 settembre del 2014, con una statua del gladiatore romano Spartaco nella piazza davanti all’enorme stadio, per la gioia dei tifosi dello Spartak Mosca. Anche la stazione metro Spartak, i cui lavori di costruzione erano iniziati nel 1975, fu finalmente aperta ai passeggeri nel 2015. L'Otkrytie Arena ospiterà 5 partite durante i Mondiali, di cui 4 appartenenti alla fase a gironi.

Dove si disputeranno i Mondiali?

 

Ekaterinburg Arena (Stadio Centrale di Ekaterinburg)

Questo stadio si trova nella quarta città più popolata della Russia, e ospiterà, per questi Mondiali 2018, 4 partite, tutte della fase a gironi, mente la città sta ora ospitando il trofeo dei Mondiali, che resterà a Ekaterinburg fino al 12 maggio. Lo stadio poteva contenere, prima della ristrutturazione avvenuta in questi mesi, 27.000 spettatori. Sono ora state create delle tribune esterne, che hanno portato la capienza a ben 45.000 posti. Queste sono state posizionate in corrispondenza delle curve e verranno rimosse una volta che i Mondiali saranno terminati. Una costruzione del genere ricorda quella del London Aquatics Centre di Londra, che pure ha visto delle “ali” aggiuntive in occasione delle Olimpiadi e Paralimpiadi estive di Londra 2012, successivamente rimosse.

 

Stadio olimpico Fisht 

Siamo a Sochi, sulle rive del Mar Nero e ai piedi del monte Fisht. Questa città, che conta poco più di 400.000 abitanti, vedrà disputarsi sei delle partite dei prossimi Mondiali di Russia 2018, nello stadio olimipico Fisht, appunto, che prende il nome dall'omonimo monte della catena del Caucaso. Come altri degli stadi che ospiteranno quest’evento di portata mondiale, anche lo Stadio olimpico Fisht ha una struttura davvero particolare. In questi caso, l’architettura si fonde con la geografia del luogo. È stato progettato per somigliare ad un guscio, in onore della famosa casa di gioielleria russa Fabergé, rinomata per la produzione di uova preziose, commissionate per la prima volta dallo zar Alessandro III, nel 1872, e poi divenute note in tutto il mondo. Lo stadio olimpico Fisht ha tetto e pareti in vetro, che riflettono la luce solare del mare. Tra mari e monti, questo stadio non poteva che offrire la vista di entrambi. Se a nord lo stadio è aperto per dare una visione delle montagne, a sud regala invece la vista del Mar Nero. Lo stadio non è estraneo a competizioni di vasta portata. Ha infatti già ospitato la XXII edizione dei Giochi Olimpici Invernali.

 

Kazan Arena

Nella città di Kazan, che ospiterà anche il tour del trofeo dei Mondiali nei prossimi 17, 18 e 19 maggio, il Kazan Arena rispecchia la cultura locale e il luogo in cui è situato. Terminato solo nel 2013, ma ospitato da una delle città più antiche in Russia, in cui si piazza come sesta per popolazione, la Kazan Arena può ospitare più di 45.000 tifosi, e sono 6 i match del Mondiale che vedrà disputarsi. Ha lo schermo esterno più ampio d’Europa, nonché facciata LED più grande mai installata in uno stadio di calcio nel mondo, e aspettiamo di vederlo in azione durante la prima partita che si disputerà all’interno dello stadio, ossia Francia – Australia, per il girone C, il 16 giungo, appena due giorni dopo il match di apertura dei Mondiali.

 

Stadio Kaliningrad (Arena Baltika)

Ed eccolo qui, lo stadio che ospiterà il Mondiale e tra quelli nati proprio in vista di questo. I lavori di costruzione sono iniziati nel 2014, ma si sono fermati per un po’ quando la società che avrebbe dovuto dedicarvisi è stata dichiarata fallita. Sono ripresi nel 2015, e ad oggi possono essere ospitati ben 35.000 tifosi, sull’isola di Oktyabrsky, che, una volta terminato il campionato, verrà urbanizzata. Praticamente vicinissimi al confine con la Polonia, sia l’Arena Baltika (altro nome con il quale è conosciuto lo Stadio Kaliningrad) che la stessa città di Kaliningrad (l’ex Königsberg tedesca, fondata nel XXIII secolo) sono quelli più vicini all’Unione Europea tra quelli che ospiteranno il prossimo Mondiale. Contiamo 4 incontri che verranno disputati in questo stadio costruito per l’occasione, e tutti si terranno a giugno.

 

Mordovia Arena 
Dai colori solari sia l’esterno che il tetto, a rappresentare l’ospitalità del suo popolo. La costruzione della Mordovia Arena è iniziata nel 2010 e il progetto sarebbe partito da quello del tedesco Tim Hupe, già conosciuto per il suo lavoro a Sudafrica 2010. Sono in molti ad aver notato la somiglianza delle opere create per i due Mondiali, quella della Mordovia Arena e quella, in Sudafrica, dello Stadio FNB a Nasrec. Completato proprio quest’anno, lo stadio della capitale della Repubblica di Mordovia, in Russia, presenterà i colori della repubblica, ossia bianco, rosso e arancione. Quattro partite avranno luogo al suo interno, seguite dal vivo da quasi 45.000 spettatori. 300 milioni di dollari sono la somma che è stata investita nel progetto, considerando anche le somme spese per i residenti che hanno rinunciato alle loro proprietà per consentire la sua costruzione. La Mordovia Arena verrà ridimensionato una volta terminati i Mondiali, per lasciare spazio ad altre strutture dedicate ad altri sport.

 

Stadio Nizhny Novgorod 

Iniziati nel 2015, i lavori di costruzione dello stadio di Nizhny Novgorod si sono protratti fino a quest’anno. Tante le aggiunte, compresa la stazione metro che è stata completata nel maggio 2017, ancora prima del termine dei lavori per lo stadio. Sono 6 le partite che verranno giocate a Nizhny Novgorod, di cui 4 parte della fase a gironi. Questa “nuova città”, alla confluenza di 2 fiumi, il Volga e l’Oka, fu fondata nel 1221, e vanta una cultura e una tradizione che si spingono ben più indietro nel tempo rispetto a quelle di altre città russe. Teatri, musei, chiese, università e lo stadio dei Mondiali 2018! È il Volga che lo ospita, e sarà sempre questo ad accogliere qui a Nizhny Novgorod quasi 45.000 spettatori.

 

Rostov Arena
Un nuovo stadio anche questo, che ospiterà 45.000 tifosi da tutto il mondo ad assistere allo spettacolo che sono i Mondiali! La costruzione è andata dal 2014 fino a quest’anno, e il numero di posti verrà diminuito al termine della competizione. A causa della sua importanza commerciale, la città, che sorge sul fiume Don, è la più grande città della Russia meridionale, e nel suo stadio dalla struttura davvero particolare, se consideriamo soprattutto la forma irregolare del tetto, verranno ospitate 5 partite nel corso dei prossimi Mondiali.

 

Samara Arena (Cosmos Arena)
Il Volga tocca anche Samara, che, rispetto alle altre città del Mondiale, vanterebbe un passato che affonda le sue radici anche più in là nel tempo. Si parla dapprima di cultura neolitica, per poi arrivare a trovare il porto dell’attuale Samara sulle mappe italiane del XIV secolo.
Ancora una volta uno stadio che potrà ospitare circa 45.000 tifosi e ancora una volta uno stadio che è stato costruito proprio in vista dei Mondiali di Russia. Il progetto originale lo voleva realizzato su un’isola, come pure altri stadi che ospiteranno le nazionali in gara, ma questa volta si è dovuto fare un passo indietro e ascoltare le voci dei residenti. Lo stadio è stato realizzato infine a nord della città di Samara, entro i suoi limiti. Il nome dello stadio è in realtà Cosmos Arena, ma sarà chiamato Samara Arena in occasione della Coppa del Mondo.
6 sono le partite che vedremo disputarsi in questo stadio dal tetto che gli conferisce l’aspetto di un cratere creato da un meteorite. Del resto, il nome Cosmos Arena deriva proprio dalla presenza della fiorente industria aerospaziale nella città di Samara, che si posiziona così come città leader tra i centri industriali del Volga.

 

Stadio di San Pietroburgo

Ed eccoci allo stadio più costoso tra quelli che ospiteranno i Mondiali, nato dove un tempo sorgeva il Kirov Stadium, demolito nel 2005. Da uno dalla forma del cratere di un meteorite, passiamo ad uno dall’aspetto di un’astronave. Nuovo, sebbene non costruito in occasione dei Mondiali questa volta, ospita fino a quasi 70.000 spettatori. È considerato uno degli stadi di calcio più costosi mai costruiti, ma ha certamente dato qualche grattacapo ai costruttori, poiché i lavori sono stati interrotti a causa di complicazioni nella realizzazione dell’impianto sportivo e perché ad un certo punto si è andati decisamente oltre il budget prestabilito. Si situa ad ovest, sull’isola Krestovsky, ragione per cui prende il nome anche da questa. Il Krestovsky Stadium, conosciuto anche come Zenit Arena, si trova a San Pietroburgo, la metropoli più a nord del mondo, che, oltre alle competizioni sportive, certamente saprà regalare altro ai suoi visitatori! Sono ben 7 le partite che avranno luogo in questo formidabile stadio.

 
Volgograd Arena

Volgograd, un tempo conosciuta come Stalingrado, ha assunto un ruolo fondamentale nella storia russa, grazie alla Battaglia di Stalingrado della Seconda guerra mondiale. Moltissimi, tra soldati e civili, persero la vita, ma la città assunse un ruolo chiave nella sconfitta della Germania nazista. Volgograd, ancora oggi, in alcune date particolari, torna al suo nome Stalingrado, per risvegliare i sentimenti patriottici dei suoi abitanti. La città del Volga ospiterà 4 dei match dei Mondiali di calcio 2018, con una capienza fino a quasi 46.000 spettatori.

 

Città e stadi dei Mondiali di Russia 2018 - Le nostre conclusioni

La maggior parte degli stadi, una volta conclusosi il Campionato mondiale di calcio FIFA 2018, verrà ridimensionata e utilizzata dai team locali.

Città e stadi si sono attrezzati per poter mostrare a tutti quanto la Russia sappia aprire le porte ai tifosi di tutto il mondo. Storia, arte, cultura sono la ricchezza del popolo russo, che vuole mettere da parte situazioni come quelle che coinvolgono la politica, per fare spazio a sentimenti comuni, quelli del calcio, che parlano una lingua propria, una lingua comune.


Unibet € 100 Bonus e 50 giri gratuiti.

bet365

Casino.com € 500 Bonus.

StarCasino € 1 000 Bonus.

LeoVegas Sport

 


casinoitaliani.it